sabato 27 settembre 2008

Spritz a catena

Sono tornato.
Alcune considerazioni generali sulla settimana di Scuola Nazionale di Dottorato:

Asiago è un coso.

Chiamarla città, o paese, o cittadina, non corrisponderebbe totalmente alla realtà. Le case, anche quelle del centro, distano tra loro più o meno quanto i ranch del Texas (il posto, non il gioco di carte). L'altopiano è un mondo a parte. Scendi i 10 tornanti e sei nella Padana seria; sali, e sei in Austria. Le casette in stile tirolese cozzano clamorosamente coll'accento veneto, creando un mix vagamente surreale: talvolta mi veniva da tirar fuori il mio inesistente tedesco, tentando di pagare uno Spritz (che Dio lo benedica e lo abbia in gloria) con "zwei Euro". Quando poi ti rispondono con la "erre-patata-in-bocca" alla Federica Pellegrini, l'effetto di straniamento si rafforza a dismisura.

In Asiago non c'è molto da fare. E non è neanche un problema di Asiago, ma è una cosa piuttosto normale per un posto di questa grandezza. Su sei serate, due le abbiamo passate al bowling, due in due diversi bar/pub, due addirittura in albergo a giocare a carte, in particolare alla versione cosiddetta "bastarda" di Uno, che consiste in sostanza allo stravolgere tutti i turni e a prendersi a mazzate ad ogni carta "+4" scagliata sul tavolo. Niente a che vedere con la flemma, ad esempio, del Texas (il gioco di carte, non il posto).
Il bowling è stato piuttosto gettonato, finché non siamo praticamente riusciti a farci cacciare al grido di "tornatevene giù al paese vostro". Mancava solo la parola "terroni", ma si sentiva tutta.
Il bar di Gessica (nome di fantasia) si è rivelato interessante. Specie quando la cameriera ha iniziato a bere con noi e a raccontarci in dettaglio della volta che fu sorpresa dal babbo in intimità in auto col moroso. La sua descrizione del "mio culo nudo appiccicato al finestrino" mi perseguiterà sino alla morte, ne sono certo.

La Scuola ha anche vissuto momenti di terrore, in particolare quando ad una lezione particolarmente soporifera abbiamo fatto filone in massa per andare a comprare del meraviglioso Asiago stagionato in un caseificio artigianale. Mega-cazziatone dell'organizzatore, per la figura di merda rimediata con lo speaker straniero. Voglio vedere quanto sarebbe stato meglio se fossimo stati tutti presenti, sbadigliando a catena o giocando a Mahjong sul portatile.

E comunque, nonostante tutto: uno spettacolo.

16 commenti:

mile!! ha detto...

spettacolo, si'! :)
..spino', ti ho bookmarkato!

24shots ha detto...

ahahahahh. Descrizione perfetta del posto. Io che son vicentina la penso esattamente allo stesso modo, e mi vergogno per il loro razzismo. Chiedo scusa a nome loro, Asiago è rinomato per essere fortemente leghista, ahinoi.

Spinoza ha detto...

@mile!!: grande!!! Non so se hai colto il riferimento al Mahjong, a te dedicato ;)

@24shots: no, ma figurati, pure noi ci avevamo messo abbastanza del nostro... certo però che per due sere consecutive gli avevamo riempito il locale, poteva chiudere un occhio...

Peppe ha detto...

Allora ben tornato, spero che cmq i tuoi amici internauti di siano mancati!

Spinoza ha detto...

@peppe: certo che mi siete mancati (fishing for compliments, huh?)

serena ha detto...

Non c'entra niente ma, per la tua rubrica spin-off dal vero, ho due soggetti da sottoporti: l'appena scomparso Paul Newman e zio Franco! Reperisco una foto dello zio e te la mando!

Spinoza ha detto...

Certo serena che come riesci a cambiare argomento tu sui commenti non ci riesce nessun altro ;)

Comunque hai ragione, è da un po' che ci penso...

Pea ha detto...

bentornato :)

(si lo so, stringata. ma non ho più l'età per certi we come quello appena passato...)

a domani (se sopravvivo a stasera)

Spinoza ha detto...

Minchia, Pea... non so cosa hai passato né cosa ti attende, ma... in bocca al lupo!

laRiflessiva ha detto...

Sicuro che Gessica sia un nome di fantasia?
;-)

Pea ha detto...

il we è stato provante, genova-pisa-genova per un compleanno....era parecchio che non facevo le sei di mattina!

stiamo invecchiando: adesso siamo noi che reggiamo la testa alla sorellina 18enne...


ieri sera invece derby: non solo sono sopravvissuta, sono anche tanto felice! tanta adrenalina che mi era passata anche la stanchezza...


simpatici quelli del bowling eh? ma sono contenta che tutto sommato sia andata bene e ti sia divertito!

Spinoza ha detto...

@laRiflessiva: ehm... no.

@pea: weekend tosto, certo. Noi ad Asiago abbiamo fatto le 3 di mattina per 6 giorni di fila, svegliandoci regolarmente alle 8 per essere a lezione alle 9... anche questo, direi, discretamente provante.

mile!! ha detto...

chissa' come, ma l'avevo sospettato.. ;) intanto oggi pomeriggio torno su, insieme alle mucche nella foresteria 70s-fashion a 1300m.. sara' tristissimo senza di voi!! :(

Spinoza ha detto...

Dai dai mile che noi ci siamo sempre... io almeno... via skype!

mile!! ha detto...

..beh io su skype non vedo nessuno!!! ;) .. nottata umida e nuvolosa.. batto ritirata al suon di 99.5%! cmq mi hai tenuto compagnia (e sveglia) con le tue bloggerie, grazie!

Spinoza ha detto...

@mile!!: Ah bè, guarda che gli astronomi seri, quelli che si fanno prendere i dati al telescopio da qualcun altro, di notte dormono e non sono su Skype ;) ;)