martedì 5 agosto 2008

Chiave di lettura

Ieri io e Picciula siamo rimasti chiusi fuori casa: porta blindata, chiave nella toppa all'interno. Per rimanere in tema Bang!, la nostra immediata reazione è stata Panico!

Abbiamo chiamato il padrone di casa (una persona squisita, davvero), che in pochi minuti, usando solo un cacciavite e l'altra chiave, è riuscito a sbloccare la porta.
Sgranando tanto d'occhi, ho stretto la mano al padrone di casa e gli ho detto: "Se non avesse scelto una vita onesta, avrebbe avuto un luminoso futuro come scassinatore".
Dallo sguardo che mi ha lanciato, secondo me in un qualche momento del passato ci ha pure pensato.

16 commenti:

laRiflessiva ha detto...

No, però... come avete fatto a restare chiusi fuori con la chiave infilata nella toppa all'interno?
Qualcuno si è chiuso dentro casa e poi è saltato giù dalla finestra?

Spinoza ha detto...

No, bè, basta semplicemente chiudersi la porta alle spalle lasciando la chiave nella toppa al di dentro.

La porta non era inchiavardata, c'era semplicemente la chiave nella toppa. Ma non si apriva lo stesso, perché infilare l'altra chiave che avevamo da fuori non si poteva, e maniglie non ce ne sono...

Jack ha detto...

la guida SEMPRE in tasca!!! :)

Alicesu ha detto...

soprattutto in questo periodo, poi, il lavoro non dovrebbe mancargli..

Spinoza ha detto...

@jack: ci avevo la guida, avevo pure l'asciugamano... ho provato a infilarli nella toppa ma la porta non si è aperta lo stesso...

@alicesu: già infatti. Da ieri ho più paura a lasciare casa incustodita... non per lui, ma per gente che ne sa quanto lui...

Peppe ha detto...

Secondo me ha precedenti! :-)

alianorah ha detto...

Forse è così che è diventato padrone di casa.

Luciano Riccardi ha detto...

Quando avevo 13 anni sono rimasto fuori di casa ad aspettare qualcuno che mi aprisse per 6 ore. Mi è bastato. Da allora mi porto le chiavi pure alle isole Svalbard...

Spinoza ha detto...

@peppe: spero di no, e che il duro lavoro in Germania di cui parla sempre non fosse semplicemente una fuga dalle autorità italiane :)

@alianorah: dici che scassina porte e abita nelle case scassinate fino all'usucapione? Può essere.

@luciano: ti giuro, io sono un maniaco per queste cose. Prima di uscire ricontrollo sempre tre volte di avere tutto: portafogli, chiavi, telefono.
Stavolta sono semplicemente stato un pollo.

tuasorellaserena ha detto...

....mmmhhh, sei sicuro? A me risulta che sei un po' scordereccio, come si dice da noi!!! Dimentichi di tutto, dalle chiavi alla patente, è un tuo marchio di fabbrica! Hai dimenticato di avere un ficus all'ingresso e ci sei andato a sbattere, quando sei venuto a trovarci, e sapevi che saremmo andati al mare, hai dimenticato costume, asciugamani e crema solare!!! Per non parlare di Picciula che ha dimenticato qual era il posto sicuro dove aveva nascosto le viti di uno sgabello Ikea per non perderle e le ha perse....un'associazione a delinquere!

Spinoza ha detto...

@serena:
Si cambia nella vita.
Le chiavi e il portafogli non li dimentico. Magari li perdo, però li ritrovo in poco tempo. Solo una volta ho perso il portafogli sul serio.

Quella del ficus, sincerità, non me la ricordo. Quella del costume manco, però può essere. E comunque non era una cosa che senza non potevo stare.
Quella delle viti di Picciula, bé, parla con lei ché io non c'entro niente!

serena ha detto...

Vabbè, ognuno ha una percezione di se stesso diversa da come lo percepiscono gli altri.

Per quanto riguarda il ficus, mi riferisco alla volta che hai sbattuto l'occhio sulla canna che lo sorreggeva e non sei più potuto andare a Cannes...sembra un gioco di parole voluto ma è la verità!

Non te la prendere!

giffa ha detto...

le porte si aprono con le lastre.
sempre una in tasca.
comodo del resto.

Spinoza ha detto...

@serena:
quella del ficus non è distrazione, è mancanza di diottrie. Quando giri per casa senza occhiali, e sei cecato come me, un incidente è il minimo che può capitare...

@giffa: ho provato con carte di credito, tessere fotocopie, perfino un biglietto omaggio per una pizza al Balmoral Pub, ma niente da fare.
La lastra la porto sempre con me, ma stavolta ho preferito portare l'asciugamano. Inutile.

serena ha detto...

Ma ma ma, è scomparso anche il post del pata-crocifisso!!?

laRiflessiva ha detto...

Non so come, ma ero riuscita a capire che la porta era tipo serrata a più mandate. Non mi son mai piaciute le soluzioni troppo semplici, ammé.