venerdì 15 agosto 2008

Big Olympics

Josh: I'm not very good at sports, but I'll give it a try. My best sport is video hockey.
Paul: That isn't a sport.
J: Well, it takes eye to hand coordination.
P: It's not a sport if you don't sweat!
J: What about golf? You don't sweat and that's a sport.
P: Yeah, and you're not sittin' there letting some machine do all the work!
J: What about car racing?
P: Aw shut up Baskin!
Penny Marshall, Big, 1988

Abboffandomi in questi giorni di Olimpiadi – cosa che avevo detto non avrei fatto, lo so, ma mi consolo pensando che alla fin fine io ai cinesi mica gli do una lira – sono giunto alla conclusione che ci sono diverse categorie di cosiddetti sport che andrebbero declassati, ed eliminati per sempre dalle Olimpiadi:
  1. Gli sport che non prevedono punteggi univoci, vale a dire tutti gli sport in cui c’è una giuria che dà i voti. Mica siamo in un tribunale: siamo all’Olimpiade. Fin troppo facile corrompere i giudici, si sa sempre prima chi vincerà, tutto un magna magna geopolitico. E allora via tutte le ginnastiche, i tuffi (che hanno un’aggravante sulla coscienza, l’esistenza del loro fratello minore, i tuffi sincronizzati), il nuoto sincronizzato, il pattinaggio artistico.
  2. Gli sport in cui non si suda, come ben diceva John Heard in Big: se non ti muovi, non fai vero sport. È ridicolo chiamare atleti quegli impiegati del catasto che si vedono in discipline tipo tiro a volo, tiro con l’arco, pistola. È solo una cosa di concentrazione. Se ci sono loro alle Olimpiadi, non vedo perché non dovrebbero metterci anche le freccette, l’uncinetto oppure la dattilografia. C’è perfino un piano per introdurre dalle prossime Olimpiadi – orrore orrore – il bridge. Sì, il gioco di carte. Aspetto trepido l’introduzione del Bang! Olimpico.
  3. Gli sport per vecchie signore. Ci sono sport che obiettivamente non pratica più nessuno, che sono retaggio delle Olimpiadi di de Coubertin e che sono in qualche modo sopravvissuti. Dove la prova del tempo ha cancellato la corsa nei sacchi e il tiro alla fune, ha lasciato inalterati aborti tipo il badminton, il curling o il pentathlon moderno.
C’è uno “sport” che, da solo, assomma in sé tutte e tre questi abominî, e che quindi vince la palma della disciplina più inutile delle Olimpiadi: è il dressage. Cavaliere e cavallo che zompettano allegri su un campo di gara, e allegri giudici giudicano la perfomance attraverso allegri parametri tipo affiatamento, eleganza, colore del cappello. Uno solo di questi parametri l’ho inventato io. Il fatto che non sia immediato capire qual è la dice lunga sull’inutilità di questa triste disciplina.

8 commenti:

alianorah ha detto...

Il dressage mi fa ridere.

Stefano Gallagher ha detto...

Immagino che gli allenamenti di dressage debbano essere D U R I S S I M I !

laRiflessiva ha detto...

Fosse per me non esisterebbero più manco le Olimpiadi, io sono sportofoba (raffinato neologismo) e pure a guardarlo lo sport non resisto più di due minuti.

Dressage è proprio un nome buffo...

Luciano Riccardi ha detto...

Ma lo sport è secondario nelle olimpiadi.
Comunque una disciplina è stata eliminata, nel 1908 o 1912: il tiro alla fune.
Potrebbero reintrodurlo però.

Peppe ha detto...

Valentino Rossi vuole che la motociclismo sia introdotta alle olimpiadi.

Spinoza ha detto...

@alianorah: a me fa tristezza e rabbia, perché non facendo una beneamata cippa quelli tornano a casa con una medaglia d'oro identica a quella che vincono quelli della 50km di marcia, o del nuoto, insomma gente che si fa veramente il culo.
@stefano: già... per il cavallo!
@lariflessiva: mens sana in corpore sano...
@luciano: eh già. C'era anche l'arrampicata della fune, sollevamento pesi con una mano sola, salto in lungo da fermo... quanta nostalgia.
@peppe: Vale Rossi può chiedere quel che vuole, ma finché il rugby non sarà sport olimpico mi rifiuto di considerare qualsiasi altra aggiunta.

Jack ha detto...

io metterei la lap-dance fra gli sport olimpici.

Spinoza ha detto...

@ jack: sono d'accordo, insieme alle gare di maglietta bagnata e a quella della zizza più pesante... lì però sospetto che il doping entri di forza...