martedì 19 febbraio 2008

Ne resterà soltanto uno


Fa piacere sapere che c'è una seconda chance per tutti.

Trent'anni fa ci fu la battaglia dei video-formati: il VHS sviluppato da JVC vinse contro il Betamax di Sony, seppur fosse di qualità inferiore, e si diffuse in tutto il mondo.

Oggi, Sony si prende la rivincita col suo Blue-Ray Disc, che ha definitivamente sconfitto il rivale HD-DVD promosso dal consorzio Microsoft-Toshiba et al.

Un po' di giustizia. Tanto poi non userò né l'uno né l'altro.

4 commenti:

Jack ha detto...

La guerra dei formati ha lasciato molte più vittime che queste due battaglie a singolar tenzone. Ad esempio:
- Laser Disc
- DAT
- MiniDisc

E comunque un porno in FullHD proiettato da un retroproiettore su schermo da 5m di diagonale (letto ovviamente da un BlueRay) non ha prezzo. :)
Per il resto c'e' mastercard

Spinoza ha detto...

LaserDisc credo si sia ucciso da solo. Per il resto, DAT non lo conosco, MiniDisc era per la musica, vero?

Ho letto da qualche parte che il porno in FullHD non è molto ambito perché la definizione spinta mette molto più in evidenza i difetti delle attrici :)

Jack ha detto...

Mah, il LaserDisc in realta' andava molto in Giappone e piu' limitatamente negli USA, e' solo in Europa che non ha preso piede.
Minidisc era per la musica, non era male, ma e' morto IMHO quando sono cominciati ad uscire i primi lettori CD portatili che leggevano gli mp3.
Il DAT e' nato prima del minidisc, usa(va) un nastro digitale e la qualita' e' (era) enorme, audio 24bit fino a 96kHz di sampling (contro i 16 bit 44,1 kHz dei CD). Si usava soprattutto professionalmente. Costava chiaramente troppo per il grande pubblico.

Papy ha detto...

sembra strano che la microsoft abbandoni così, piuttosto continuerà a produrre gli HD-DVD solo per la Xbox pur di non darla vinta...