domenica 21 giugno 2009

Diritto di critica


Alcune considerazioni di viaggio:
  1. viaggiare non è solo vedere più posti possibile nel minor lasso di tempo. Viaggiare è farlo con le persone giuste. Se non le hai non c'è niente da fare: il posto non ti piacerà.
  2. se viaggi con altre persone, spera di non capitare con qualcuno tipo punto 1.
  3. viaggiare da soli è una cosa che non riuscirò mai a capire. Molti dicono di essersi divertiti un mondo: io non ci credo, nella maniera più assoluta.
  4. quindi, se non sei sicuro di avere con te le persone giuste, non partire proprio.
  5. non è che, visto che sei in un paese esotico e lontano, tutto ti deve piacere per forza. Se pensi tipo "è tutto bellissimo è tutto meraviglioso" sei disonesto con te stesso prima che con gli altri. Niente è perfetto.

6 commenti:

Semalutia ha detto...

Per questo in vacanza preferisco andarci con Marco e basta! Perchè abbiamo gusti simili e concepiamo il viaggio alla stessa maniera, con gli stessi tempi e la stessa modalità.
Andata un anno con amici mi sono divertita molto meno che da sola con lui!

Monica ha detto...

Ancora più bello sarebbe trovare persone che sì hanno gusti diversi dai tuoi, ma tutti insieme si capisca che è avvilente imporre il proprio modo di pensare e si collabori cercando di fare quello che piace un po' a tutti oppure accontentandosi a turno... Penso che però le persone che ti sono più care questo lo fanno automaticamente... le altre persone che vedi poco e che vedi solo in ambiente lavorativo, difficilmente collaborano (a meno che non siano delle persone per natura votate alle collaborazione)... c'est la vie!!! fai bene a mostrare il tuo parere sulla bellezza o meno dei posti visitati, significa che hai quantomeno cognizione delle tue sensazioni, che non pensi tutto quello che gli altri impongono, che non sei un Candide di Voltaire o peggio ancora una Pollyanna dei cartoni animati (diceva "Uah, che bello anche alle bisce, n'altro po')... ;-)

Jack ha detto...

Che ho odiato in Giappone e' il fatto che NON ESISTONO CESTINI DELLA SPAZZATURA in giro per le strade.
Oppure sono nascosti. Oppure hanno una forma strana (cfr. gabinetti).
Sta di fatto che non sono riuscito a trovarli.

ODIO!

Per il resto adoro il Giappone.

Pea ha detto...

i viaggi in generale mettono a dura prova i rapporti interpersonali...io ad esempio divento molto più cattiva di quanto non sia qui...sopporto di più ma se esplodo vorresti non essere mai partito...

comunque dato che soffro di alzheimer giovanile non ricordo se ti ho già consigliato questa serie, in ogni caso lo rifaccio: the big bang theory è assolutamente geniale. infatti non mi sorprende che sia dello stesso autore di due uomini e mezzo....se non l'hai guardato fallo!

mile!! ha detto...

Assolutamente d'accordo!! specie il punto 3.. essenziale per condividere il 5 (se no che fai?? parli da solo??) e sicurissimamente il primo.. e quindi anche il 2.. e il 4 che e' l' 1 il 2 e il 3 messi assieme, per cui lo elevo ad unico grande assioma del viaggiatore.

Detto questo pensavo di invitarti a passare il mese di agosto in cile con me, ma mi sa che ci ripenso!!! XD

Scherzi a parte, ti auguro mille altri viaggi e piu', che siano fatti di persone e luoghi meravigliosi!!

baci, Spino!!

GregHouse ha detto...

Io ho viaggiato da solo, e sono stato benissimo.. Penso che dipenda dai caratteri.