martedì 5 maggio 2009

Vorreste vivere in una città così?


Qualche tempo fa avevo avevo parlato del candidato sindaco di Bologna, il rocker Beppe Maniglia.
Oggi mi sono imbattuto nel sito della sua campagna elettorale, col programma.

Alcune delle sue priorità:
  • Chiusura di Sirio, Rita (entrambi sono controlli elettronici di accesso alla ZTL e alle corsie preferenziali, ndSpino) e della ZTL (il giorno stesso della mia nomina)
  • I parcheggio (sic!), striscie (ri-sic!) blu, non saranno più a pagamento
  • Eliminazione di tutti i semafori e delle corsie preferenziali
  • Basta col blocco del traffico che non risolve il problema dell'inquinamento
  • Eliminazione immediata del progetto CIVIS (filobus Bologna-San Lazzaro, ndSpino)
Queste solo per capire quanto l'uomo odi il trasporto pubblico e ami l'automobile. Chi non ha l'automobile s'arrangi, chi ce l'ha s'arrangi lo stesso perché il traffico diventerebbe talmente allucinante da rendere l'auto praticamente inservibile. E i poveri polmoni degli elettori? Pazienza.
  • Gli appartamenti del Comune saranno assegnati con questi criteri di priorità: bolognesi, italiani, ricercatori universitari, senzatetto, extra comunitari.
Questa è bellissima. Mi ricorda il passo di Fontamara, di Ignazio Silone:

In capo a tutti c’è Dio, padrone del cielo. Questo ognuno lo sa; poi viene il principe Torlonia, padrone della terra; poi vengono le guardie del principe; poi vengono i cani delle guardie del principe; poi, nulla; poi, ancora nulla; poi, sempre nulla; poi vengono i cafoni.
  • Saranno segnalati, in tutte le strade, i confini di Bologna con strisce rosse e blu.
Fondamentale, direi. Come ho fatto a vivere senza.

  • La pubblicità è l’anima del commercio, abolirò le tasse sulle insegne, sulle pubblicità delle attività commerciali e incoraggerò i dehors.
Per la serie "Berlusconi mi fa una pippa".
Per non parlare delle misure draconiane riservate agli extracomunitari:
  • Zingari, extra comunitari non in regola, e tutti coloro che minacciano la sicurezza dei cittadini, verranno espulsi immediatamente. L’accattonaggio sarà vietato.
  • Il degrado non sarà un problema, allontanerò da Bologna coloro che lo producono.
Facile, no?

11 commenti:

Pea ha detto...

un genio!

qui i commercianti del centro storico stanno dando battaglia al nuovo (e allucinante) progetto per regolamentare il traffico, fornitori compresi....temo siano altre le priorità per salvaguardare i nostri amati carruggi...

Spinoza ha detto...

non conosco questo progetto, ma se serve a ridurre il traffico per me è bene accetto.

Christian ha detto...

E io che credevo che a Milano stessimo messi male! ^^;

Pea ha detto...

io semplice cittadina motomunita con cui mi reco frequentemente alla mia creperia di fiducia alle porte dei vicoli se ci devo andare a piedi mi scazza ma lo faccio e non protesto certo col sindaco. ma se sono i commercianti (i miei creperattai di fiducia compresi) a lamentarsi e boicottare il progetto -che possibilmente potrebbe ridurgli le entrate e aumentargli le spese- inizio a credere che ci sia qualcosa che non va...

la gente a piedi ci andrebbe lo stesso nei vicoli, ma intanto sarebbe da renderli vivibili....

Semalutia ha detto...

Ma Beppe Maniglia non fa parte anche lui del degrado di Bologna? Si auto-eliminerà allora! ;)

Spinoza ha detto...

@pea: mica ho capito, sai. È ovvio che i commercianti protestino per l'istituzione di ZTL e limitazioni al traffico. L'hanno fatto anche a Bologna quando hanno creato il CIVIS, e lo faranno ovunque.

Non sono un metro di paragone i commercianti, guardano solo al loro portafogli.

@semalutia: c'è un sacco di gente che lo guarda rapita, per ore.

Semalutia ha detto...

Allora potrebbe avere qualche chance di essere eletto!! :)

Jack ha detto...

per quel che mi riguarda a Bologna all'interno delle mura vieterei qualsiasi cosa abbia un motore a scoppio. Accettabili biciclette e veicoli elettrici.
Stessa cosa nei centri (storici e non) delle altre citta'.

Pea ha detto...

si ma il loro portafogli in questo caso è importane anche per la città. comunque pare che dovranno pagare di tasca loro per far entrare i fornitori, il che ovviamente è una follia. per il resto i vicoli sono sempre stati ztl, difatti il loro problema più urgente non è affatto il traffico, ma la loro manutenzione tanto per dirne una...

Spinoza ha detto...

@pea: il loro portafogli è importante per loro, e loro soli. Una città può ben vivere d'altro.

@jack: d'accordo con te, 100%.

@sema: ma boh, non so proprio.

Gennaro ha detto...

Non capisco le strsice di rosso e blu per i confini , ma a cosa potra' servire??