mercoledì 21 gennaio 2009

Yes, I can't (stand them anymore)


Ok, Obama ha giurato. Avevo perfino videoregistrato il discorso per rivedermelo ieri sera.

Noia mortale.

Tutti i democratici sono contenti, perfino qualche repubblicano. E pensare che fino a ieri:

Primarie,Clinton:"Obama vergognati"

Tra Hillary e Obama primarie a colpi bassi


Hillary-Obama, nuovo scontro stavolta su Martin Luther King


I Democratici sono stanchi della rissa Clinton-Obama


E ora, vedi foto.

È anche per questo che da Obama non mi aspetto proprio niente di nuovo.

12 commenti:

Pea ha detto...

marooonnn quanto c'hanno stressato con sto qui.....non ne posso più! che se ne parli per qualche motivo, non per farci sapere che a colazione beve il succo di pompelmo....

Minu ha detto...

io non capisco granchè di politica, quello che posso dire a proposito è il ricordare come mi sono sentita quando ha vinto bush.. l'ho vissuta come una sconfitta dell'intero sistema e così è stato.
Oggi sono soddisfatta e il discorso mi è anche piaciuto, forse scontato ma sereno e questo mi basta. Per il resto sto ad aspettare e spero anche di essere invidiosa di questa america che ha avuto il coraggio di fare un radicale cambiamento.
Noi abbiamo il kakà man, l'opposizione che è sempre più maggioranza ed una sinistra radicale ormai inesistente.
E il pezzo del discorso in cui lui suggerisce lavorare meno per lavorare tutti a me è piaciuto, niente di nuovo è vero. Mi ha fatto pensare ai colleghi del controllo qualità che mentre vedevono licenziare quelli del commerciale non hanno mosso un dito. Scusate parlo sempre di quei giorni, è una malattia la mia. E quel silenzio brucio ancora tanto, non è un caso se ho scelto quel pezzo del discorso. Yes they - forse - can.. noi non ancora

FulviaLeopardi ha detto...

è anche per questo che io dico "abbassate le pretese", che con tutta st'aspettativa rischia di essere tutto un fallimento anche se cambiamenti ci saranno

ps per quanto riguarda csi ed eventuali dubbi..."evidence don't lie" :-)

Camu ha detto...

Appoggio pienamente la mozione ABBASTA con Obama....inizi a lavorare ora per cortesia!!!

Bruno ha detto...

La cosa ancora piu' assurda è che in altri Stati e in altri Continenti si festeggi .... inclusi noi..... non sarebbe bene guardare il lavoro a casa nostra, in primo luogo, e se poi ne avanza un po' festeggeremo anche per gli americani .........
ahhhhhh certo...se l'america va bene di riflesso va bene il mondo........????
io dico che l'italia andrebbe 100.000 volte meglio per altri motivi, indipendentemente dagli states.....

Minu ha detto...

Bruno io quasi non ho più il coraggio di guardare in casa nostra... guarda la social card che disastro. E ti assicuro che parlo come persona informata dei fatti, avendola richiesta la mia a.g. (mamma). Poi se abbasso ancora lo sguardo e lo poso sull'amministrazione comunale della mia città peggio ancora e se mi sposto di comune ancora peggio.
mah che dire!
ho chiesto un colloquio con il sindaco una settimana fa e sono ancora in attesa di una risposta.
lasciatemi almeno gioire per un avvenimento unico nella storia

Belphagor ha detto...

Sì, è vero, l' Obama-mania ha un po' stracciato i maroni. Però da ora può cominciare a lavorare, e vedremo cosa farà. Intanto la storia ci dice che i migliori presidenti gli USA li hanno avuti in tempi di crisi, come se avessero bisogno di qualcosa che aliti loro sul collo per fare davvero bene. Sul fatto che tutti si siano ricompattati su di lui, credo che questa sia una cosa molto americana: quando un presidente viene eletto, diventa il presidente di tutti; il discorso di ieri era in fondo proprio questo, "ok, fin ora ci siamo scannati, ora comincio il mandato, vediamo di cooperare per il bene di tutti (tutti gli statunitensi)". Perchè ho festeggiato ? Perchè in un mondo globale e nella merda chi è il presidente degli USA è qualcosa che nel bene e nel male ci tocca tutti. Obama è diventato un simbolo della voglia e della possibilità di cambiare, ora la prova dei fatti ci dirà se si aveva ragione. Ma per favore non facciamogli venire meno la fiducia prima ancora che cominci !

Camu ha detto...

Non è una questione di mancanza di fiducia è che , (almeno per quanto mi riguarda),i danni al mondo economico negli ultimi 8 anni li han causati proprio gli americani che si considerano la miglior democrazia del mondo.Chi è che dopo 4 anni di gestione disastrosa si è rivotato il bel Bush?Chi è che ha sempre vissuto al di sopra delle proprie possibilità invischiandosi fino al collo nei subprime?Chi è che da anni osteggia il progresso delle energie alternative e se ne infischia delle urgenze sul clima?Chi è che permette scempi in Africa sui bambini permettendo alle multinazionali farmaceutiche di fare qualsiasi esperimento?
Ovvio dobbiamo essere positivi, ma la strada che Obama deve percorrere è molto molto lunga e piena di insidie e lui è un uomo come tutti gli altri non un superuomo come ultimamente i media lo descrivono.

Belphagor ha detto...

@camu:Be, direi che la risposta ai tuoi vari chi non è "gli USA", ma "la società occidentale" in genere;e rispetto al rivotare Bush, si potrebbe chiedere "chi è che dopo 8 anni di Bush ha stupito tutto il mondo eleggendo un nero ?".
Certo Obama non è un superuomo, però dai, facciamoci trascinare di tanto in tanto :)
PS:come forse risulta dal commento, ho una certa stima degli states...

Camu ha detto...

Belfagor si direi che traspare la tua passione ammmericana...ma hi hi a me nun me convinci...resto con le mie perplessità..anche se ovviamente anch'io penso positivo in fondo...in fondo.

Spinoza ha detto...

Che bello fomentare discussioni politiche... :)

Belphagor ha detto...

@spinoza: come dice sempre Artemisia "il blog è qui apposta" :)