domenica 29 giugno 2008

Per qualche Kelvin in meno

Doveva accadere prima o poi.

A dire il vero avrei scommesso che qualche altra settimana avrebbe durato, anche se non avrei puntato forte.

Il nostro frigo ci ha lasciati.

Non è che si è rotto il motorino, o qualcosa del genere. Semplicemente, la sua porta aveva deciso che era giunto il momento di ribellarsi, di non sottostare alla perversa logica dell'apri-chiudi-apri. La cerniera, che già da mesi aveva dato segni di squilibrio, ha deciso che non ce la faceva più, lasciando nella disperazione il perno, ormai inutile nella sua vuotezza.

Sono cose che lasciano il segno.

2 commenti:

Jack ha detto...

Sempre una brutta cosa quando muore il frigo, d'estate poi e' da panico.

Spinoza ha detto...

Ieri siamo andati a comprarlo nuovo... a parte il dover girare due centri commerciali perché non esisteva della misura che ci serviva (praticamente tra i 60cm di altezza e i 140 non c'è niente... per culo ne abbiamo trovato uno da 120), comunque ce lo consegnano fra una settimana... se il frigo vecchio fosse rotto rotto, come avremmo campato una settimana senza frigo? Misteri.