martedì 7 luglio 2009

Con la faccia sul libro del piccione


Lasciate che vi spieghi una cosa: se mi vedete sempre collegato alla chat di Facebook tutto il giorno, NON significa che sono su Facebook tutto il giorno.

Significa semplicemente che Pidgin, il programma di instant messaging che tengo aperto, ora supporta anche la chat di Facebook. Sta lì, aperto, in background. Firefox se ne sta bello chiuso, o al massimo aperto sulla pagina di Repubblica.

Avrò anche la coda di paglia, non se la prenda nessuno per carità, ma al decimo "che ci fai su Facebook, torna a lavorare", uno si rompe un attimo e ha voglia di mettere le cose in chiaro.

8 commenti:

LaRiflessiva ha detto...

Facebook è una manna per quelli a cui piace farsi gli affari degli altri...

dark0 ha detto...

facebook bisogna prenderlo per quello che è una piacevole strunzata e nulla più

mile!! ha detto...

..eeeeehhh.. ma quanto brontoli!! :)
io sono fra quelli caduti nella trappola del piccione.. sai, nn usandolo (pensando che avere gia' solo skype aperto basta e avanza per chattare), non mi e' instantaneamente venuto in mente come spiegazione della tua presenza attiva in FB.. sai com'e'.. non mi aspettavo neanche ti perdessi dietro i quiz di FB o diventassi fan del "bicerin" o del "litro di birra"!!! ;)
e mo' pero', non fare il permaloso.. :P

baci

PS Sono d'accordo con LaRiflessiva.. ma e' anche vero che sono proprio "gli altri" a metter in piazza le proprie cose, altrimenti nn posterebbero foto, status, etc etc.. FB e' molto meno dannoso (da questo punto di vista) del comune pettegolezzo di paese ..
usato con cautela FB e' un passatempo come tanti!

Spinoza ha detto...

Effettivamente sono molto permaloso... però sai, finché uno è fan del bicerin non c'è niente di male... ma non posterei mai le mie fotografie su FB, anche perché secondo il contratto diventano istantaneamente proprietà di FB, e questo non mi piace proprio...

mile!! ha detto...

..per quello dicevo "usarlo con cautela".. neanche io lo faccio e anzi spesso mi "staggo" dalle foto degli amici.. in realta' anche nel diventare fan nel club della mortazza dai info su di te.. quindi evito anche quello!!.. insomma uso fb per scambiare battute lampo con i miei vecchi amici, commentare (loro) foto e anche tenere "sotto-controllo" quello che loro pubblicano di me.. nn sono una fanatica della privacy ma .. meglio limitare e/o evitare!!

Spinoza ha detto...

Ognuno sceglie le informazioni che vuol dare su di sé... io reputo informazioni tipo "fan di" sostanzialmente innocue... certo, se scrivo "fan di Hitler" è un conto, ma se il mondo sa che sono "fan del bicerin" non penso che la mia privacy sia in pericolo...

Sulla storia delle tag invece hai ragione... ho scoperto che si possono taggare anche le foto degli altri e questo sinceramente mi inquieta...

Monica ha detto...

Calmati

Stefano Gallagher ha detto...

Io la tengo perennemente spenta quella chat, anche perché tanto non riesco a reggere più di una conversazione alla volta, impazzirei.