giovedì 2 aprile 2009

Piccole inutili fesserie


L'inimitabile Corrierone ci propone 45 piccole idee scaccia-crisi. So che probabilmente l'intento non è comico, eppure alcune sono perle:

Alloggio e lavoro nelle fattorie
Vedi nature mozzafiato, mangi cibi biologici, fai una vacanza salutare e in cambio dai una mano al contadino.

Che razza di vacanza dovrebbe essere? Uno va in vacanza proprio per NON lavorare...

Il prezzo giusto lo dice il web
Basta cercare online e callaudatissimi (sic!) siti ci guidano all’acquisto migliore.

Peccato che internet non è gratis. Risparmio 20 euro sull'acquisto ma ne pago 30 per l'abbonamento.

Un guardaroba in gruppo
un gruppo di amiche o amici, rigorosamente della stessa taglia, fa cassa comune e crea un unico guardaroba

No vabè dai, non scherziamo. Dividere i miei pantaloni con altre persone? Ma siete seri?

E l'apoteosi:

Una bici per te ad ogni angolo
Con una tessera elettronica o con una chiave che contiene un codice personale si ritira una bici da una rastrelliera e si riconsegna quando non serve più, anche dall’altro capo della città.

Per la serie "quelli che non abitano in città per noi non esistono". E poi, suvvia. L'abbonamento annuale costa 36€ a Milano. Per quella cifra ti compri una bici usata e ci vai avanti per decenni.

Sarebbero queste le idee scaccia crisi? Un gruppo di squali della finanza mondiale si mangiano miliardi di euro e noi reagiamo col bike-sharing, che non conviene nemmeno?

Povero mondo.

8 commenti:

Belphagor ha detto...

A sto punto ne ho una anche io: la dispensa comune. Un gruppo di amici, rigorosamente con gli stessi gusti, compra la roba da mangiare e mette tutto in una dispensa comune. Poi voglio vedere cosa succede la prima volta che, assonnato, al mattino, uno di questi amiconi va ad aprire l anta della dispensa e scopre che nottetempo Franco ha finito le gocciole. Altro che strege di Erba!
Cmq ste cose mi ricordano un racconto che mio nonno fa spesso: quando era giovine, ed erano ancora aperte le case chiuse (scusate il gioco di parole), lui e i suoi amici, non avendo soldi a sufficienza per permettersi di andare, facevano una colletta ogni setimana, e poi tiravano a sorte a chi toccava andare. Più anticrisi di così :)

Pea ha detto...

geniali, non c'è quella "risparmia sull'acqua e non lavarti, tanto se non hai i soldi per portarla a cena non te la darà, perciò chissenefrega se puzzi"? poteva starci bene...

LaRiflessiva ha detto...

Eh beh, se ci sono di messo callaudatissimi siti internet allora è tutta un'altra faccenda!

Spinoza ha detto...

@belpha: se non si ha una predisposizione d'animo particolare, sono cose che non possono funzionare.

@pea: mitica!

@larif: giornalisti :(

Sally Cinnamon ha detto...

Ah beh, seguirò pedissequamente questi consigli e scaccerò la crisi...Eh...

LaRiflessiva ha detto...

E intanto io ho scritto "di meSSo", complimenti a me!

simovestito ha detto...

quella del guardaroba mi ha fatto morire. :)
Spino dove sei? Condividiamo qualcosa? :D

Spinoza ha detto...

@simo: io ho delle fantastiche mutande col buco. una settimana io una settimana tu. che ne dici?