giovedì 27 novembre 2008

Il bel paese de li dolci colli



Sto guardando in rete un po' di cose da vedere nella mia regione natale, le Marche. È singolare rendersi conto di quanto poco si possa conoscere delle zone in cui si è vissuti per tanti anni. Forse dipende dal fatto che me ne sono andato poco dopo aver raggiunto l'età della patente, e quindi prima non ero in grado di raggiungere autonomamente i posti che mi interessavano; forse dipende dal fatto che non li conoscevo - internet era ancora di là da venire; forse dipende anche dal fatto che non mi importava più di tanto.

Scopro tantissime cose che non conoscevo, o di cui avevo solo sentito il nome. E soprattutto, mi scopro la voglia di andarle a visitare tutte:

  • la gola del Furlo, scavata dal fiume Candigliano, dove passa la vecchia strada romana Flaminia, e dove gli antichi romani scavarono un tunnel stradale nella roccia ancora oggi utilizzato;
  • il lago di Pilato, l'unico lago naturale delle Marche, abbarbicato a 1900 m di altezza vicino al Vettore, il monte più alto delle Marche;
  • il monte Conero, con tutti i suoi sentieri immersi nella natura;
  • il monte Catria, e il sottostante monastero di Fonte Avellana, citati persino da Dante nella Divina Commedia;
  • il monte Strega, che mi era completamente sconosciuto. Oltre alle scarne indicazioni di Wikipedia italiana, ho trovato solo questo sito in inglese;
  • città come Arcevia, Offida, Osimo, e moltissime altre.
Con tutti voi, posti qui sopra elencati, l'appuntamento - si spera - è per la prossima primavera...

PS: Per la cronaca, la foto qui sopra ritrae Monte Murano col paese di Serra San Quirico, a circa 5 kilometri da dove sono nato e cresciuto... e fino a pochi mesi fa, del monte, non sapevo neanche il nome...

7 commenti:

Semalutia ha detto...

Monte Murano?! Buono a sapersi.
La Gola del Furlo è bellissima, ancora ci sono coppie di aquile reali che vi nidificano!
I sentieri del Conero hanno una vista mozzafiato sulle spiaggette incontaminate di Sirolo, Numana, Portonovo...sicuramente da fare. C'è una gran varietà di macchia mediterranea, difficile da trovare in altri posti (tranne che nella Foresta Umbra, sul Gargano). Ho visto le foto dei Laghi di Pilato: meravigliosi! Una gran scarpinata però

Spinoza ha detto...

Lo so che tutti lo chiamano "l'monte de Serra", pure io continuerò a pensarlo così.

Laghi di Pilato: se c'è arrivata pure mamma, ce la posso fare pure io!

Peppe ha detto...

Momenti di nostalgia?

FulviaLeopardi ha detto...

quando ancora non s'era caricata tutta la foto, me pareva casa mia ;)

Spinoza ha detto...

@peppe: nostalgia no. Dopotutto, un paio d'ore di macchina e sono là. È solo che vivendoci non ci si rende conto di quante cose ci siano da vedere.

@fulvia: cioè, il Subasio? Mmmm, è un po' diverso quello. Piatto piatto, largo largo.

Semalutia ha detto...

Ho notato con gran piacere di avere un lettore nuovo nella mia bacheca! Vai a vedere il suo blog, da cinefilo quale tu sei, credo ti piacerà!

http://movies-home.blogspot.com

Spinoza ha detto...

Ci ho dato un occhiata, ma i blog troppo seri mi rompono.