mercoledì 22 ottobre 2008

Il passero ignorante



La mia ignoranza in materia di belle arti è pressoché totale.

L'altro giorno guardavo in TV Chi vuol essere milionario?, una delle pochissime trasmissioni palatabili rimaste.
La domanda era più o meno così:

Chi ha scritto "ohimé quanto somiglia il tuo costume al mio"?
1- Leopardi
2- Manzoni
3- Carducci
4- Pascoli

Mi sono immediatamente reso conto che, per me, Carducci e Pascoli sono la stessa persona. Cioè, mentre di Leopardi e Manzoni bene o male so qualcosa - dove sono nati, il periodo storico, la poetica - di Carducci e Pascoli non so assolutamente niente. Ho pensato che la risposta esatta fosse una dei due.

La concorrente fa tutto un ragionamento elaborato, basato su A Silvia, e dà come risposta Leopardi.
Gerry Scotti scuote la testa. "Non te la prendere, ora, però", dice. "A Silvia non c'entra assolutamente niente".
La concorrente si rabbuia.
Gerry continua: "Anche perché non vedo come possa sentirsi Leopardi simile al Passero solitario!"

Ho pensato: "Che polla, la concorrente, avevo ragione io, è Carducci/Pascoli". Senza rendermi conto che lo studio applaudiva e la concorrente piangeva di gioia.

Il passero solitario è davvero di Leopardi.

Ma perché sono sempre l'ultimo a sapere le cose?

22 commenti:

gabriele ha detto...

vecchio adagio del giocatore d'azzardo..."Quando il cul la ragion sovrasta, il culo vince e la ragion non basta..."

Dopo tutti i ragionamenti ad minchiam che la signora in questione ha fatto, spero che lei stessa si renda conto che se ha dato la risposta giusta e' stato per un puro colpo...diciamo... di statistica...

gabriele ha detto...

...cio' non toglie nulla al fatto che per me Leopardi, Carducci , Pascoli, Manzoni...e pure i fratelli Foscoli... sono la stessa persona... e quindi nella mia infinita ignoranza alla domanda di gerry scotti avrei comunque dato la risposta giusta...

Spinoza ha detto...

Sto notando che un numero sempre maggiore dei miei post riguarda la statistica... magari meriterebbe una tag apposta... ma anche no.

Sì, qualunque risposta avresti dato sarebbe stata quella giusta, nella tua mente... quando poi però avresti visto Gerry Scotti cacciarti a calci dallo studio, avresti cominciato a sospettare qualcosa...

Pea ha detto...

alle volte anch'io mi stupisco della mia totale ignoranza...ma la cosa divertente è stupire i miei tirando fuori il cell e scirinandola risposta in due secondi collegandomi a san goooogle =)

Jack ha detto...

Beh, potevi chiedere a Blissenobiarella, con la sua conoscenza planetaria non avrebbe avuto problemi a rispondere. :)

Spinoza ha detto...

@pea: se lo cerco io col cellulare ci metto 20 minuti e spendo 70 euro...

@jack: dubito che i gaiani sappiano chi era Carducci...

Alicesu ha detto...

Anche per me Carducci e Pascoli erano la stessa persona. Fino a quando non sono venuta a vivere a bologna, sono andata alla casa di Carducci, ed ho scoperto che negli ultimi anni non camminava e che era in una loggia massonica.
Non so cos'abbia scritto, però il Carducci è il paraplegico, tra i due.

Spinoza ha detto...

C'è la casa di Carducci a Bologna?!?!???!??!

Minchia. Lo conosco ancor meno di quel che pensassi...

Peppe ha detto...

Quante volte l'ho ripetuta questa poesia; molto bella come tutte le opere del Leopardi.

Stefano Gallagher ha detto...

Causa professore d'italiano psicotico come quello che avevo al triennio, saremmo stati fucilati a confondere Carducci e Pascoli! Uno ostinato, pedante, fan dell'antica Roma; l'altro piagnucoloso, delicato, fan dell'antica Grecia. Più o meno.
E poi vabbè, uno mi piaceva e l'altro no... :)

silvio di giorgio ha detto...

di carducci e pascoli non ricordo assolutamente nulla. non andrebbero studiati, chi se ne frega se sono italiani! al di fuori dell'italia chi li conosce effettivamente? e anche al di dentro, mi viene da dire...

FulviaLeopardi ha detto...

pascoli anche sì (più o meno) ma ...carducci chii? Leopardi, per ovvi motivi, non si discute ;)

Spinoza ha detto...

@peppe: bella, sì, è vero. L'ho appena riletta.

@Stefano: Grecia contro Roma quindi... un derby.

@Silvio: al di fuori dell'Italia persino Manzoni è poco conosciuto...

@FulviaLeopardi: Leopardi da noi si insegnava per bene solo perché Recanati è molto vicina...

LaRiflessiva ha detto...

Vediamo...
Carducci è quello che ha scritto il testo di quella canzone di Fiorello che fa "La nebbia agl'irti colli - uo-o-o-o-oooh! - piovigginado saleee - uo-o-o-o-oooh!"
Pascoli è quello delle stelle cadenti ad agosto, "San Lorenzo, io lo so perché tanto di stelle nell'aria tranquilla..." o qualcosa del genere.
Così è molto più chiaro, no? ;-)

Spinoza ha detto...

@LaRiflessiva: quella di San Lorenzo non l'avevo mai sentita...

Quanto sono ignoraaaaanteeeee!!!!

LaRiflessiva ha detto...

Imparata a memoria alle elementari e mai più sradicata dalla suddetta memoria...
In compenso, non credo di aver mai letto per intero "Il passero solitario", quindi con Gerry Scotti non l'avrei sfangata comunque.

Alicesu ha detto...

spinoza: sissisisisisi. Ma non ti so dire se è nato qui o se ci ha vissuto e basta. So che una parte della casa è una ex chiesa, tipo...

Spinoza ha detto...

@lariflessiva: mi sa che i nostri programmi erano diversi... o forse non prestavo attenzione quel giorno...

@alicesue: no, Santa Wikipedia mi informa che è nato in Lucchesia e ha girato un po'...

alianorah ha detto...

Innegabilmente di Leopardi. Probabilmente Giacomino si sentiva simile al passero perché anche lui aveva...un uccello che soffriva di solitudine :-)

Spinoza ha detto...

@alianorah: ahahahha!

Alicesu ha detto...

se uniamo le forze, la vita di Carducci non avrà segreti, per noi.

Spinoza ha detto...

@alicesue: mah, guarda, vivo bene anche senza saperne niente.
Tranne che non vincerò mai al Milionario.
Sì, allora, uniamo le forze!