domenica 29 novembre 2009

Il monte Fumaiolo, parte ventunesima


Bondi e il cane vietato in treno
«Ho sbagliato in buona fede»
«È della mia compagna, che presto sposerò»


La notizia in sé non è neanche così fumaiolesca, anzi. L'indignazione per un membro della Casta che ottiene quello che ai comuni mortali è vietato (salire sul Frecciarossa col cane) è importante e sacrosanta.

Quello che non capisco è perché il cronista si sia sentito in dovere di aggiungere (e Bondi stesso di dire) quella frase sul fatto che il cane sia della compagna, che presto sposerà. Che ce ne dovrebbe fregare a noi? Diminuisce la gravità della colpa? Tenta di scaricare la multa su di lei? Non è il miglior modo per farsi sposare, sai.

2 commenti:

robydick ha detto...

"compagna" per uno come bondi è particolarmente infamante, almeno per 2 motivi ;-)

Gennaro ha detto...

Ho sparato ad un uomo , ma domani mi mangero' un bel piatto di spaghetti!