mercoledì 17 febbraio 2010

Non solo salame


Quanto accaduto durante una trasmissione in onda su un canale televisivo del servizio pubblico è di una gravità assoluta. Mi riservo di intraprendere ogni azione del caso e scriverò all'Autorità garante e al direttore generale dell'azienda affinché vengano presi provvedimenti severi [...] episodio vergognoso

Apologia di fascismo? Dichiarazioni razziste? Lite con pugni e calci? Stupro in diretta?

No. Una ricetta per cucinare i gatti. Felino e commestibile.

Animalisti, ma i conigli che v'han fatto, invece? Razzismo zoologico suuuu Rieducational Ciannel.

15 commenti:

Lu ha detto...

Onestamente, la cosa a me ha fatto piuttosto ridere..non per essere cinico, ma Bigazzi (e sottolineo "Bi")...
Resta il fatto che l'ipocrisia regna sovrana; vedi il circo di Sanremo: tutti a fare "eh eh eh, Morgan...e però! e però!", ed un essere come Filiberto canta "Italia amore mio".. e tutte le altre cose. Credono che la gente che paga il canone voglia questo tipo di "attenzione", l'utente medio come un bambino deficiente... Che squallore..

Lu ha detto...

Ah! Tutto questo, naturalmente,suuuuu
Rieduchèscional Ciannelll! ;-D

Vonetzel ha detto...

Eh eh eh!..."razzismo zoologico" mi ha fatto ridere parecchio,Spino!
Hai pienamente ragione...
Tuttavia questa storia ha un aspetto positivo:ci siamo levati dai coglioni Bigazzi,il che non è poco! ;-)

Minu ha detto...

Porcaccia.. ora oltre a temere che Zorba me lo arrubbino per la sua bella pelliccia nera, oltre a temere che me lo arrubbino per le messe nere con gatto nero, ora devo anche temere che me lo arrubbino i bigazzi fans?
E che gazzi!!!

Rieduchèscional Minu

Gino ha detto...

premesso che non sono animalista, sono carnivoro, odio i gatti e sono contrario all'ipocrisia di certi individui, voglio solo ricordarvi che esiste un articolo di legge che tutela gli animali come il gatto e il cane in quanto "animali da affezione" e condanna chi li maltratta o istiga al maltrattamento, ed è per questo che Bigazzi è stato cacciato.

Detto questo, buon appetito e stigazzi di Bigazzi :)

Semalutia ha detto...

Io me lo sono rivisto il pezzo in questione...Bigazzi raccontava che da ragazzo, prima della guerra, siccome la sua famiglia era molto povera, capitava che si mangiassero anche i gatti. E, senza vergogna, ha detto che erano pure buoni. Embè? Storia vecchia. Mi ricordo che, in un paese vicino al mio, diciamo non più di 20 anni fa, una signora cucinava il gatto ogni volta che il figlio militare tornava a casa con un permesso...

Ok, giustissima la legge, i gatti e gli altri animali d'affezione non si toccano, ma non si può nemmeno essere revisionisti sul passato!

P.S.:all'esame di etologia ci hanno spiegato che c'è anche un altro motivo per cui non si mangia carne di gatto e simili: perchè la carne dei carnivori è una carne povera di nutrienti (già sfruttati tutti dall'animale stesso) al contrario di quella degli erbivori.

Spinoza ha detto...

Gino, conosco quella legge e trovo che sia quanto di più ridicolo esiste nella giurisprudenza mondiale, secondo solo a quell'articolo di legge di non so quale stato americano che fissava il pigreco a 3...

Adesso sta a vedere che mi si deve perfino dire per legge qual è un animale da affezione e quale no... totalmente ridicolo.

Jack ha detto...

cioe' spiegatemi, in Italia c'e' una legge che punisce chi maltratta gli animali d'affezione, ma se maltratti gli altri nessuno dice niente?

Spinoza ha detto...

No Jack, esiste una differenza normativa tra gli animali d'affezione e quelli da reddito. I primi, tra le altre cose, non possono essere macellati.

E, tra l'altro, tale differenza esiste anche nella legge svizzera :)

GregHouse ha detto...

Ma scusate, sono l'unico che non vede un maltrattamento nel cibarsi di un gatto? Cioè, un conto è azzopparlo per divertimento con la macchina, un altro è ucciderlo come si uccide un pollo, metti, e poi mangiarselo. A quel punto è già morto, che maltrattamento vuoi che ci sia?

Spinoza ha detto...

Certo che no GregHouse, sono d'accordo con te. Come dicevo a Jack prima, però, la normativa impone che gli "animali d'affezione" non possano essere macellati. La cosa ridicola è che gli "animali d'affezione" secondo la legge sono "tutti quelli detenuti in casa con scopo altro da quello del reddito", quindi in principio se io mi allevo un maialino da compagnia non posso macellarlo.

Comunque, volevo anche rispondere a Semalutia: quella dell'esame di etologia mi sembra semplicemente una scusa creata per "giustificare" in qualche maniera la differenza tra gatti&cani e altri animali. Infatti, i cinesi si sono cibati di cani -- carnivori -- per millenni, e ora sono 1.5 miliardi. Direi che le proteine dei carnivori bastano e avanzano...

L'Esorciccio ha detto...

Ipocrisia uber alles...
Il colmo è che chi l'ha mangiato dice che il gatto sa di coniglio...

Ciarlino ha detto...

Come ho detto su altri lidi, la questione è del tutto inesistente. Semalutia ha perfettamente ragione: Bigazzi si limita a raccontare una cosa che succedeva quando era giovane. Non dà ricette di alcun tipo e non istiga alcuno a mangiare gatti.
È la classica storia basata sul "sentito dire". Ripeto, basta banalmente guardare il video per rendersene conto.

LaRiflessiva ha detto...

Hanno fissato il pigreco a 3? Dove? E perché, poi?

I conigli volendo fanno tenerezza e c'è chi non ha cuore di mangiarli, ma con i polli nessuno si fa scrupoli, eh?

È proprio razzismo zoologico...

Der Pilger ha detto...

Vi siete mai chiesti perche' le macellerie vendono conigli interi dove non spellano la testa e le zampe?


Detto questo la legge sugli animali d'affezione e' una scemata e andrebbe cambiata: i gatti non si mangiano in quanto divinita' scese sulla terra a salvare gli uomini. Miao.